TROPPE ARIE

Trio Trioche

 

Una vecchia zia, dal glorioso passato nella musica, gira i palchi dei teatri di tutto il mondo in coppia con il nipote, talento in erba. Quindi è un duo? No, perché c’è anche Norma, la giovane badante della vecchia zia, che li travolge con la sua passione per la lirica costringendoli ad abbandonare il repertorio classico. Le arie d’opera più famose vengono reinterpretate in modo bizzarro e divertente, accompagnate dal pianoforte, dal flauto e dai mille oggetti che Norma s’inventerà di suonare.
Tra musica classica e virtuosismi, gioco di ritmi e gags, Troppe Arie coinvolge il pubblico con tutta la sua potenza di spettacolo clownesco.

 

Trio Trioche nasce dall’esigenza di utilizzare un linguaggio in cui si fondono il teatro fisico, il clown e il virtuosismo vocale e strumentale. Tutto viene comunicato senza l’ausilio della parola, attraverso la musica ed i gesti, permettendo così d’interagire con il pubblico per mezzo di un codice universalmente riconoscibile dove le più belle arie d’opera e i brani più conosciuti della musica classica vengono interpretate, riarrangiate e dissacrate in maniera assolutamente originale.

Niederstatter surPrize 2015: Trio Trioche viince il premio del pubblico e il primo premio della giuria “per un eccellente collegamento tra alta musicalità, clownerie, professionalità, drammaturgia e “storia contemporanea” unita a “corretta follia comica”.

 

Di e con: Franca Pampaloni (pianoforte), Nicanor Cancellieri (flauto traverso), Silvia Laniado (soprano lirico)

Giorni e orari di programmazione:

15 settembre (22:00), 16 settembre (21:30)

Location:

Chapiteau Side

 

Ticket:
intero 15 €
ridotto 12 €
bambini 6 €