fbpx

TAMANA FOLÌ

Djoumé

 

Djoumé è un progetto nato nel 2016 da un’idea di Dario Castiello, musicista e direttore artistico del Festival Mama Africa Meeting, che dopo diversi anni di esperienze decide di dare vita ai “Djoumé”.
Il progetto prende il nome da un fabbro, appunto Djoumé, che creò un tamburo con lo stesso mortaio usato dalle donne per pestare mais e riso nella produzione di farina. Questo nuovo strumento musicale arricchì tantissimo i festeggiamenti africani, a tal punto che Djoumé veniva chiamato a suonarlo ad ogni occasione. La voce si sparse tra i villaggi vicini dove pian piano il nome da Djoumé si camuffò diventando Djembé e dando così vita al tamburo più conosciuto al mondo.
Tamana Folì è uno spettacolo che propone musiche e danze tradizionali dei villaggi fino ad arrivare ai balletti moderni delle grandi città africane. Tramite il linguaggio universale della musica presenta un viaggio che racconta, attraverso la danza, situazioni di vita quotidiana delle varie etnie africane come lavorare la terra, la semina, la raccolta, battesimi, matrimoni, il corteggiamento e molto altro ancora. Djembé, doumdoum, krin, kora (arpa africana), insieme all’entrata in scena delle maschere, sono gli elementi che caratterizzano questa performance.

 

Musicisti: Dario Castiello, Francesco Gherardi, Timoteo Crocchini, Federico Moschini, John Russo, Giovanni Gargini. Danzatrici: Francesca Saloni e Flavia Fargnoli. Guests: Petit Solo Djabate al Balafon, Kady Coulibaly al canto e alla danza.

Giorni e orari di programmazione:

19 settembre (21:45)

Location:
Chapiteau Side

 

Ticket:
intero 8 € 
bambini 6 €